NEWS | Scoperte palafitte dell’Età del Bronzo sulle rive del Lago di Garda

La scoperta è avvenuta a Desenzano del Garda (BS), durante i lavori per portare al largo lo scarico della Spiaggia d’oro.

Un intero villaggio palafitticolo a pochi metri dalle rive del lago di Garda

Il ritrovamento, del tutto casuale, è stato effettuato dalla società Acque Bresciane che stava lavorando per la realizzazione di una condotta sotterranea nel lago. A circa 800 metri di distanza dalla riva e a una profondità di 4 – 6 metri, gli operatori hanno trovato una ventina di pali in legno, in posizione verticale. Acque Bresciane ha subito avvisato la Soprintendenza, che ha confermato l’importanza del ritrovamento e ha comunicato l’inizio di una campagna di scavi per studiare l’insediamento.

La datazione del legno ci porta indietro di 3400 anni

Sebbene la scoperta risalga a qualche mese fa, tra aprile e maggio, arriva solo adesso la conferma della datazione dell’insediamento, che permette di collocarlo in un periodo storico preciso. Le analisi al radio carbonio hanno datato i pali in legno al 1400 a. C., nell’ Età del Bronzo medio, che ha visto proprio sul Garda la presenza di molteplici villaggi palafitticoli a dimostrazione di come le rive del lago fossero abitate stabilmente già in antichità. Si tratta di pali in legno indurito, realizzati a colpi d’ascia e dal diametro di 17 centimetri ciascuno.

I villaggi palafitticoli nell’arco Alpino

La scoperta del villaggio di Desenzano non è un caso isolato. Sono molti i villaggi palafitticoli di cui si ha notizia, presenti in tutto l’arco alpino, la cui datazione spazia dal 5000 al 500 a. C. che si trovano sotto l’acqua, sulle rive di un lago, lungo i fiumi o in aree umide. Le eccezionali condizioni di conservazione dei materiali organici fornite dai siti saturi d’acqua, insieme a costose indagini e ricerche archeologiche, hanno consentito un’eccezionale e dettagliata ricostruzione del mondo delle prime società agricole in Europa, fornendo informazioni precise sull’agricoltura, la zootecnia, lo sviluppo della metallurgia per un periodo di oltre quattro millenni. Questi insediamenti sono sparsi tra Svizzera, Austria, Francia, Germania, Slovenia e Italia. Si tratta di ben 111 siti archeologici, che dal 2011 fanno parte del Patrimonio Unesco. Dei 19 siti che si trovano in Italia, la maggior parte di questi è concentrata proprio sul Lago di Garda.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.