NEWS | Pubblicato il bando 2021 della Scuola di Specializzazione in Archeologia di Matera (Unibas)

Il bando, visibile sul sito web dell’Unibas, scade mercoledì 2 dicembre. La prova sarà in modalità telematica.

È online il bando per il concorso di ammissione alla Scuola di Specializzazione in Beni Archeologici di Matera. È possibile iscriversi al Concorso per l’ammissione dal sito dell’Università degli studi di Basilicata fino a mercoledì 2 dicembre, data di scadenza. La prova di ammissione che, a causa del Covid19, sarà in modalità telematica, si terrà venerdì 11 dicembre alle ore 9.00, sulla piattaforma Meet di Google.
Quest’anno possono iscriversi anche coloro che non hanno ancora conseguito il diploma di laurea, a condizione che questo sia conseguito entro il 31 dicembre 2020. Si ricorda che titolo della Scuola è qualificante per i percorsi professionali nell’archeologia preventiva e per i concorsi ministeriali.

Il bando

La durata della Scuola di Specializzazione è di due anni e non sono ammesse abbreviazioni. Ogni studente dovrà acquisire un totale di 120 CFU, con un adeguato numero di crediti riservato ad attività pratiche e tirocini. Sarà possibile, quindi, effettuare attività sul campo e di gestione presso istituzioni che operano in ambito archeologico (organi del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Musei e Fondazioni).  La frequenza è obbligatoria e alla fine di ogni anno lo specializzando dovrà superare un esame teorico-pratico.

Per l’ammissione alla Scuola è richiesto il superamento di due prove:  una prova pratica su riproduzioni grafiche e fotografiche o su originali e una prova orale sulle tematiche archeologiche. Il candidato dovrà, inoltre, dare prova di conoscere le lingue antiche (latino e greco) e almeno 2 lingue straniere.

Matera, un’eccellenza

La Scuola di Specializzazione in Beni Archeologici con sede a Matera è stata istituita nell’Anno Accademico 2010/2011. Essa offre due indirizzi di studi: Archeologia classica e Archeologia tardo antica e medievale. La Scuola è a numero chiuso e vanta un corpo docente di alto livello, costituito sia da professori dell’Ateneo, sia da docenti esterni a contratto. Gli studenti ammessi alla Scuola avranno, alla fine del percorso, una solida preparazione scientifica nel campo delle discipline archeologiche, nonché le competenze professionali utili per la tutela, la conservazione e la valorizzazione del patrimonio archeologico. 



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *