NEWS | Paesaggi rurali nella Sicilia greca e romana, online il Convegno

Nelle giornate del 13 e del 14 novembre 2020, dalle ore 9:00, si svolgerà un Convegno online dal titolo “Paesaggi rurali nella Sicilia greca e romana”. Il webinar è organizzato dalla Soprintendenza per i Beni Culturali della Regione siciliana e curato dall’ Università di Catania.

Introduce Alberto Samonà, assessore per i Beni Culturali della Sicilia, e gli interventi verteranno su insediamenti, installazioni produttive e viabilità dall’età arcaica agli albori del medioevo. Il Convegno accoglierà anche studiosi stranieri e farà una panoramica delle ricerche in corso nel desiderio di produrre una prima carta archeologica della Sicilia antica.

Cosa ci aspetta

Dopo i saluti istituzionali il Convegno procederà in sezioni. La prima del 13 novembre sarà dedicata agli insediamenti preistorici e la seconda della giornata includerà anche quelli greci ed indigeni. Il 14 novembre si indagherà la vena romana dell’Isola entrando nelle ville rurali, tra agricoltura e commercio, percorrendo le antichissime vie dell’entroterra etneo. Nella seconda giornata interverrà più volte la dottoressa Maria Teresa Magro, archeologa della Soprintendenza per i Beni Culturali di Catania, nonché Direttrice del Comitato Scientifico della nostra Redazione.

Molti degli interventi, soprattutto nella giornata del 13, riguarderanno Ramacca, un comune del catanese ricco di storia che avrebbe dovuto ospitare il Convegno nel mese di marzo, poi rimandato causa Covid19. Ramacca fu trafficata nella preistoria dell’Isola ed è inserita nell’importantissimo il Parco Archeologico della Montagna, Torricella e S. Maria. Gli scavi hanno messo in luce fasi di vita e di distruzione, quindi strutture urbanistiche, aree sacre e necropoli; il Convegno darà voce ai nuovi traguardi nello studio di questi primissimi modelli di organizzazione sociale. Ai microfoni anche la storia degli scavi di Monte Iudica, un importante centro indigeno già esplorato da Paolo Orsi, e gli insediamenti nella piana tra Gela e Niscemi.

Sarà possibile partecipare dalla piattaforma Microsoft Teams inserendo il codice 7tru35e.

 

Maria Rosaria Ariano

Classe '99. Laureanda del CdL triennale in Scienze Archeologiche della Sapienza, Università di Roma. Ho partecipato a diverse campagne di scavo organizzate dall'ateneo romano e non solo: Leopoli-Cencelle (VT) e pendici meridionali del Palatino (RM; Domus Augustea e fortezze Frangipane), Portopalo di Capopassero (SR; con le università di Catania e di Cadice). Adoro il greco antico, ho seguito diversi laboratori di traduzione e corsi di potenziamento. Mi diverto a schedare e digitalizzare testi epigrafici, vado volentieri in giro per biblioteche e mi diverto con CAD e GIS.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.