NEWS | Nuovi eventi al Museo Civico di Modena, tra punte in selce e denti di mammut

Parte sabato 16 ottobre 2021 la rassegna Primordiali”, collegata a Primordi, la mostra sulla riscoperta della raccolta del Paleolitico francese del Museo Civico di Modena.


Primordi: il significato di una riscoperta

Sabato 16 ottobre alle ore 17.00 si terrà il primo appuntamento della rassegna “Primordiali” che, con cadenza mensile, fino al 14 maggio 2022, presenterà incontri rivolti a tutti, laboratori per ragazzi e letture animate per bambini.
Le curatrici della mostra svelano aspetti della raccolta del Paleolitico francese fra clima culturale europeo e modenese di fine ‘800 e i risultati della ricerca condotta su manufatti in selce, misteriose collane e… un dente di mammut! A seguire saranno previste dimostrazioni di scheggiatura della selce per realizzare l’iconico bifacciale paleolitico.

Punte di selce (fonte Museo Civico di Modena)

 

La frutta “dimenticata” alla Terramara
 
Il Parco Archeologico della Terramara di Montale (MO), inoltre, tutte le domeniche e giorni festivi fino al 1° novembre 2021, ospiterà una serie di appuntamenti dedicati a grandi e piccini.
Parco archeologico e museo all’aperto della Terramara di Montale

Fino al 1° novembre, infatti, tutte le domeniche e festivi, il parco archeologico che rappresenta la sezione “open-air” del Museo Civico di Modena propone visite guidate, dimostrazioni e laboratori per il pubblico. Per accedere occorre esibire il Green pass, in formato digitale o cartaceo.

Programma

Domenica 17 ottobre – La frutta (quasi) dimenticata
DIMOSTRAZIONE: Uomini e animali consumano frutta da sempre, ma a partire dall’età del bronzo il rapporto con questo alimento si è trasformato. Dalla botanica alla tavola un racconto sul ruolo della frutta nel tempo.
LABORATORIO: giochi e manufatti con frutta&frutti.
In collaborazione con Laboratorio di Palinologia e Paleobotanica e Orto Botanico (Giovanna Bosi) e Orto Botanico (Giovanna Barbieri) – UNIMORE

Domenica 24 ottobre – Schegge di selce
DIMOSTRAZIONE: sostituita dal bronzo, la selce persiste in alcune tipologie di reperti delle terramare. Alla scoperta di quali sono e come vengono prodotti.
LABORATORIO per costruire una freccia con selce, legno e resina. A cura di Nicola Dal Santo 

Domenica 31 ottobre – Armi, scheletri e altre storie
DIMOSTRAZIONE: abitudini di vita e rituali funerari ricostruiti sulla base delle indagini archeologiche condotte in villaggi e necropoli.
LABORATORIO alla scoperta dello scheletro umano e dei suoi segreti. A cura di Claudio Cavazzuti

Armi, scheletri e altre storie (fonte Parco Archeologico di Terramara di Montale)

Lunedì 1 novembre – Sapori e saperi d’autunno
Castagne e visite guidate alla scoperta del Parco della Terramara di Montale. Una giornata per salutarsi prima della chiusura invernale.
Ingresso ridotto: adulti 3 €, bambini fino a 13 anni 2 €, gratuito fino a 5 e oltre 65 anni.


ORARI: 9.30 – 13.30 e 14.30 – 18.30 (ultimi ingressi alle 11.45 e 17.30). Le visite sono guidate si svolgono con partenza ogni 45 minuti e nel rispetto delle disposizioni anti-Coronavirus.
INFO: si consiglia la prenotazione telefonica 335 8136948, dalle 9 alle 13 dal lunedì al venerdì – 059 532020 negli orari di apertura del Parco) –  scrivendo a museo@parcomontale.it e assicurandosi di ricevere conferma – online tramite l’app ioPrenoto.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.