NEWS | Nuova scoperta in Egitto, da Saqqara oltre 100 sarcofagi di 2500 anni fa

A poche settimane di distanza dall’annuncio della scoperta di circa 60 sarcofagi nel sito di Saqqara, giunge la notizia di un nuovo rinvenimento di oltre 100 sarcofagi, in ottimo stato di conservazione. Il Ministero del Turismo e delle Antichità egiziano ha annunciato la nuova scoperta durante una conferenza stampa sabato 14 novembre.

I sarcofagi di Saqqara – Foto di Mohammed Fouad/dpa (Giza – 2020-11-14, Mohammed Fouad / IPA)

Una scoperta clamorosa, per il numero di sarcofagi recuperati, che si colloca sulla scia della serie di scoperte che quasi quotidianamente giungono dall’Egitto.

Saqqara, necropoli a circa 30 km a Sud della moderna Cairo, continua dunque a stupire con i suoi innumerevoli tesori (“un tesoro”, appunto, come lo ha definito Khaled el-Enany, Ministro del Turismo e delle Antichità).

Il tesoro di Saqqara

I sarcofagi, ancora sigillati e in perfetto stato di conservazione, risalgono al Periodo Tardo (VII-IV secolo a.C.) e al periodo Tolemaico (IV-I secolo a.C.) e appartengono ad alti funzionari. In pozzi funerari profondi circa 12 metri, insieme ai sarcofagi, sono state rinvenute anche una quarantina di statue dorate di divinità e numerose maschere funerarie dai colori accesi e vibranti.

Uno dei sarcofagi di Saqqara (fonte © Ahmed Hasan)
I colori accesi delle statuine di Saqqara (fonte dr. Mostafa Waziry)

Lo stato di conservazione dei reperti è eccezionale: dal materiale ligneo dei sarcofagi ai colori delle maschere, fino anche alle bende di lino. All’apertura di uno dei sarcofagi appena rinvenuti, infatti, si è potuta ammirare l’elevata qualità delle bende di lino, decorate con geroglifici e avvolgenti la mummia, che è stata analizzata ai raggi X per non alterarne lo stato di conservazione.

Tutti i reperti verranno distribuiti in diversi musei del paese, tra cui il Grand Egyptian Museum, di prossima apertura alla periferia della capitale, nei pressi delle piramidi di Giza.

Nuove scoperte?

Saqqara comprende circa 13 piramidi e la sua terra ha rivelato solo l’1% dei suoi segreti, ha detto il Ministro delle antichità. Il dr. Mostafa Waziry, Segretario generale del Consiglio supremo delle antichità e capo della missione archeologica egiziana che lavora a Saqqara ha dichiarato, inoltre, che nelle prossime settimane sarà annunciata una nuova importante scoperta archeologica.

Il dr. Mostafa Waziry con una delle maschere funerarie durante la conferenza stampa per la presentazione della scoperta (fonte dr. Mostafa Waziry)

Il ministro el-Enany fa eco alle dichiarazioni di Waziry, lasciandoci col fiato sospeso, sostenendo che ci sarà una nuova sorpresa: un’altra enorme scoperta nella regione di Saqqara sarà annunciata presto, forse a dicembre.

Oriana Crasi

Classe '89. Sono laureata in Beni Culturali, Curriculum Archeologico presso l'Università di Messina e in Egittologia presso l'Università di Pisa. I miei interessi spaziano dall'ambito funerario e cultuale antico egiziano all'arte contemporanea!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.