NEWS | Il “Progetto 67 colonne” tiene in piedi l’Arena di Verona

Dalle ceneri della pandemia verso un nuovo Rinascimento. Attorno all’Arena di Verona si stringono 128 generosi mecenati, per oltre un milione e mezzo di euro stanziati a sostegno della cultura.

L’iniziativa Art Bonus

Un anno di inattività, un settore in ginocchio, una città che non si arrende. Nell’ambito del progetto “Art bonus”, nato per sostenere, attraverso l’impegno di privati e aziende, il recupero e la valorizzazione del patrimonio culturale del nostro paese, quella raccontataci da Fondazione arena è una storia di resistenza di fronte a un flagello che non ha lasciato scampo e di cui l’antico anfiteatro romano si fa simbolo e voce. Ad oggi, il progetto lanciato nella primavera 2021 da Fondazione arena con il gruppo Athesis, “67 colonne per l’arena di Verona“, ha incontrato il sostegno di ben 128 mecenati, ognuno dei quali ha adottato una colonna, o anche solo un mattone, con l’obiettivo di ricostruire idealmente la cinta esterna dell’anfiteatro, distrutta dal terremoto del 1117.

Arena di Verona
Splendide luci esaltano la bellezza dell’arena durante la notte
L’importanza dell’Arena per Verona (e per tutti)

Oltre un milione e mezzo di euro sono stati stanziati a sostegno dell’anfiteatro, che torna così a splendere, riempiendo le serate e i cuori di quanti vogliano viverne e di assaporarne la magia. Le 67 colonne riflettono l’immagine virtuosa di una fetta di mondo imprenditoriale che, nonostante le difficoltà del momento, non ha mai smesso di tenere presente la costante interdipendenza tra Verona e il suo anfiteatro, dandoci un’importante lezione di responsabilità sociale. Perché  l’arena non è un semplice luogo di produzione artistico-culturale, simbolo di eccellenza del made in Italy nel mondo, sono le migliaia di lavoratori coinvolti e il suo fortissimo impatto sull’economia della città stessa.

arena di verona
67 Colonne per l’Arena di Verona
Come sostenere Fondazione Arena

Oggi più che mai è importante svolgere un ruolo attivo, sostenendo l’arena e la sua produzione nella partecipazione al concorso Art Bonus e cliccare su “vota il progetto” oppure accedere, entro il 21 Marzo, a questo link.

Dal 21 febbraio al 21 marzo sulla piattaforma del concorso resteranno in gara i progetti che avranno ricevuto almeno 100 voti e dalle ore 12 del 22 marzo fino alle ore 12 del 1º aprile 2022 i primi 10 progetti si sfideranno sui profili Facebook e Instagram di Art Bonus. I voti ottenuti da ciascun progetto sui social saranno sommati ai voti precedentemente ottenuti tramite la piattaforma Art Bonus.

Arena di Verona
Il Logo

La somma delle preferenze delle due votazioni decreterà il vincitore. Il Premio consiste in un riconoscimento simbolico rappresentato da una targa di ringraziamento che viene consegnata all’ente beneficiario e ai mecenati con cerimonia pubblica in presenza di alti rappresentanti del Ministero della Cultura e delle istituzioni coinvolte nell’iniziativa.

Sono già innumerevoli i voti raccolti, nella speranza che diventino molti di più, grazie a quest’intreccio tra pubblico e privato, mai come oggi così forte , a dimostrazione di quanto l’Italia e gli italiani, nonostante il Covid, rimangano visceralmente legati al proprio patrimonio culturale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *