NEWS | Il meglio del cinema archeologico con ArcheocineMANN

A distanza di due anni dalla prima edizione, il Museo Archeologico Nazionale di Napoli, in collaborazione con Archeologiaviva e Archeofilm Firenze, ritorna con una seconda edizione dell’ArcheocineMANN.

In streaming gratuito a questo sito sarà possibile, dal 2 al 5 dicembre, fare un vero e proprio viaggio nel tempo, grazie alla presentazione di diversi film a tema archeologico, artistico ed ambientale. Il tutto accompagnato da preziose interviste per capire di tutto e di più sul nostro passato più antico, dichiara il MANN.

Locandina del Festival internazionale di Archeologia, Arte e Ambiente (fonte Archeofilm Firenze)
Il progetto

“Il MANN come un portale dell’archeologia internazionale. Da Olimpia a Canne, dall’Egitto delle Piramidi alla Arles dei Gladiatori, da Stonehenge al Perù, dai draghi del Medioevo alle ultime ore di Pompei: il Museo Archeologico di Napoli vi invita a un viaggio nel tempo e nello spazio partendo dai nostri capolavori” – così commenta il Direttore del MANN, Paolo Giulierini. E continua: “Avevamo immaginato la seconda edizione di ArcheocineMANN come una festa nel nuovo auditorium. Abbiamo deciso di confermare le date annunciate e diffondere il grande cinema archeologico internazionale in streaming gratuito, perché crediamo nell’importante valenza culturale di questo appuntamento, organizzato con Archeologia viva e Firenze Archeofilm.”

Locandina ArcheocineMANN (fonte Streamcult.it)

“E lo facciamo – continua il direttore – anche con un particolare impegno per la didattica a distanza, offrendo materiali di altissima qualità, che possono essere di supporto agli insegnanti e sicuramente affascineranno spettatori di ogni età. Tra il MANN e il cinema, come è noto, il rapporto è strettissimo: nelle nostre sale sono stati girati film celebri (da ‘Cadaveri eccellenti’ a ‘Napoli velata’), videoclip d’autore, documentari, ma non solo. Il Museo è anche produttore di audiovisivi per il web, a partire dal progetto Obvia e dall’incontro con il mondo dell’animazione napoletana, fino a opere per il grande schermo, dai corti ‘Antico Presente’ ad ‘Agalma’, che ci ha portato all’ultimo Festival di Venezia. La nostra proposta è, quindi, quella di scoprire sempre più il cinema archeologico, che affida la divulgazione scientifica alla forza dell’immagine e alla suggestione del racconto. Vi aspettiamo numerosi nella nostra sala virtuale.”

Tanti titoli per tanti argomenti

Saranno molti e vari i titoli delle anteprime di questa rassegna, proposti da Italia, Francia, Austria, Germania e Iran e con la consulenza scientifica internazionale di diversi musei.

Una missione archeologica internazionale accompagnerà lo spettatore tra i cunicoli della piramide nel film Il mondo di Cheope. In Apud Cannas, film animato in 3D, lo studio diretto delle fonti si coniuga con l’uso di tecnologie avanzate, per presentare, attraverso il punto di vista di diversi autori, la ricostruzione della battaglia di Canne.

Olimpia, alle origini dei giochi ci poterà nell’antica città sede dei giochi più prestigiosi della Grecia antica.

Fotogramma da Olimpia, alle origini dei giochi (fonte Storie & Archeostorie)

La Mesopotamia viene, invece, presentata nel documentario italiano di Alberto Castellani, nel lavoro dal titolo Mesopotamia in memoriam. Appunti su un patrimonio violato. La stagione dei grandi imperi. Il documentario unisce l’indagine archeologica all’attuale stato in cui versano i siti iracheni a seguito delle distruzioni causate dall’ISIS.

Il Medioevo viene trattato in maniera molto ironica con La Signora Matilde. Gossip dal Medioevo, che vede l’interpretazione di Maurizia Giusti (Syusy Blady, ex Turista per caso) nelle vesti della Granduchessa dell’XI secolo.

Tralasciando, poi, le più fantasiose e hollywoodiane produzioni, il MANN presenta dei documentari per raccontare il mondo dei gladiatori, come anticipazione della mostra prevista per il 2021 nello stesso museo.

E ancora documentari per presentare recenti scoperte, da Stonhenge e Pompei.

Fotogramma da Le ultime ore di Pompei (fonte Storie & Archeostorie)

Il MANN, inoltre, presenta alcuni documentari per raccontare il museo: Agalma e La genesi del MANN. Un viaggio con il Cartastorie in quattro video.

Non solo racconti

“Al MANN presentiamo le migliori opere cinematografiche prodotte di recente a livello mondiale e ancora mai proposte al grande pubblico”, dice Piero Pruneti, Direttore di Archeologia Viva. “Sono opere che documentano le ricerche più aggiornate sul rapporto fra l’uomo e il pianeta, dalle origini della specie fino alle civiltà storiche. Si tratta di un rapporto molto controverso, soprattutto quando si parla di coabitazione e condivisone delle risorse, che dobbiamo tenere ben presente, perché può insegnarci tante cose utili in questa fase critica per tutta l’umanità, apparentemente disorientata riguardo a un futuro che si annuncia preoccupante. Ancora una volta non possiamo capire dove vogliamo andare se non sappiamo chi siamo e da dove veniamo.

Fotogramma da Apud Cannas (Fonte Storie & Archeostorie)

Gli spettatori virtuali avranno così l’opportunità di conoscere da vicino i grandi nomi della ricerca e divulgazione archeologica, con interviste a Patrizia Piacentini (egittologa, direttrice della Missione di scavo ad Assuan), Pierfrancesco Callieri (direttore degli scavi italiani a Persepoli), Giuliano Volpe (archeologo e scrittore), Syusy Blady (attrice e conduttrice televisiva).

Per partecipare al Festival basterà effettuare la registrazione cliccando su www.streamcult.it – Account e poi Registrati, scegliendo username e password per i futuri accessi. Dal 6 al 10 dicembre, inoltre, i film saranno ancora disponibili in replica on demand sempre su www.streamcult.it.

Qui il programma completo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *