NEWS | I capolavori degli Uffizi “tradotti” nella lingua dei segni

Le Gallerie degli Uffizi di Firenze presentano, all’interno del più ampio Uffizi per tutti, un nuovo progetto in occasione del 2 dicembre “Giornata internazionale dei diritti delle persone con disabilità”.

Il progetto sarà presentato sulla pagina Facebook degli Uffizi con una diretta streaming alle ore 10:30 del 2 dicembre.

Saranno disponibili una serie di video – descrizioni dei capolavori degli Uffizi raccontati in LIS, la lingua dei segni italiana, con sottotitoli in italiano. Prossimamente lo stesso progetto prevede la stessa serie di video – descrizioni nella lingua dei segni internazionale ma con sottotitoli in inglese.

Si tratta di una delle principali novità dei progetti di miglioramento dell’accessibilità per individui sordi, sviluppati nel corso dell’anno dal Museo in collaborazione con l’Ente Nazionale Sordi.

Un’arte accessibile

Una narrazione che associa al potere delle immagini la forza dei segni, spiegano gli Uffizi.

Il Ritratto dei Duchi di Urbino di Piero della Francesca raccontato in LIS (© Maurizio Costanzo – MSN)

Ciascun video presenta un capolavoro (La Primavera di Botticelli e Ritratto dei Duchi di Urbino di Piero della Francesca sono alcune delle opere disponibili) con brevi spiegazioni e informazioni essenziali. Lo scopo è quello di integrare, senza distogliere l’attenzione dal soggetto originale.

Tutti dobbiamo avere pari opportunità di accesso alla cultura – dice Eike Schmidt, direttore delle Gallerie degli Uffizi – , e dunque anche ai musei e ai loro contenuti. Applicare questo diritto è uno dei principali obiettivi delle Gallerie degli Uffizi, così come dell’Ente nazionale sordi con cui abbiamo proficuamente lavorato a questo progetto.

Oriana Crasi

Classe '89. Sono laureata in Beni Culturali, Curriculum Archeologico presso l'Università di Messina e in Egittologia presso l'Università di Pisa. I miei interessi spaziano dall'ambito funerario e cultuale antico egiziano all'arte contemporanea!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.