NEWS | Dieci opere in edizione limitata per la nascita di “Treccani Arte/MAXXI”

In occasione del decennale del Museo nazionale delle arti del XXI secolo (MAXXI) nasce Treccani Arte/MAXXI.

L’evento viene celebrato con la produzione di 10 opere in edizione limitata commissionate ad altrettanti artisti, italiani e internazionali, i cui lavori hanno segnato la storia del Museo. Le prime tre opere sono di Alfredo Jaar, Remo Salvadori e Nico Vascellari, gli artisti scelti per avviare questa iniziativa. Le opere sono concepite in connessione con i lavori dei rispettivi artisti già esposti o acquisiti nelle collezioni del MAXXI negli anni passati.

L’iniziativa nasce da un’idea di Treccani Arte, progetto interamente dedicato al movimento contemporaneo dell’Istituto della Enciclopedia Italiana fondata da Giovanni Treccani ed è curata dal MAXXI Arte.

Le opere

Alfredo Jaar si ricollega  all’opera Infinite Cell del 2004, in cui affrontava il tema della reclusione. La nuova opera, dal titolo Antonio Gramsci è vivo, parte dalla pagina storica di Giustizia e Libertà del 30 aprile 1937, in cui veniva annunciata la tragica scomparsa di Antonio Gramsci. Alfredo Jaar ripropone così la sua ricerca sull’isolamento dell’individuo contemporaneo costretto a escogitare vie di fuga mentali, attraverso l’esercizio del pensiero. L’opera è prodotta in 35 esemplari + 6 PDA (Prova d’Artista).

Gramsci è vivo, 2020 (© Alfredo Jaar)

Dall’opera Alfabeto (2019), esposta in occasione della mostra Della materia spirituale dell’arte, Remo Salvadori sceglie una forma e un materiale: il quadrato, simbolo della terra e metafora della geometria celeste, e il rame, metallo fondamentale per la trasformazione del piombo in oro nel percorso alchemico. L’opera, dal titolo Nel momento, è prodotta in 25 esemplari + 6 PDA.

Nel momento, 2020 (© Remo Salvadori)

Nico Vascellari si rilega poi all’opera Revenge (2007), vincitrice del Premio giovane arte in occasione della 52° Biennale di Venezia, poi riallestita al museo MAXXI nel 2018. L’artista, a seguito del riadattamento spaziale nei nuovi ambienti, che lo aveva costretto a modificare la scultura, recupera le lastre di legno di abete avanzate per creare una nuova opera, Revenge (Under The Sign Of). Il legno è la parte integrante della grande installazione scultorea, intagliato a mano e in seguito bruciato dall’artista. È un’opera prodotta in soli 12 esemplari + 3 PDA.

Revenge (Under The Sign Of), 2020 (© Nico Vascellari)
 
La collaborazione tra MAXXI e TreccaniArte

In occasione del decennale, il museo ha sviluppato diversi progetti per celebrare questo importante momento della sua storia, dedicati al racconto delle mostre e delle attività già realizzate ma anche alla riflessione condivisa sul futuro, spiega Bartolomeo Pietromarchi, Direttore del MAXXI Arte. Abbiamo anche avviato con l’Istituto Treccani, – continua il Direttore – che per vocazione storica ha molti obiettivi in comune con il MAXXI, un progetto di collaborazione e valorizzazione della pratica di artisti che fanno parte delle nostre collezioni e che abbiamo coinvolto nella realizzazione di multipli d’artista a tiratura limitata.

Oriana Crasi

Classe '89. Sono laureata in Beni Culturali, Curriculum Archeologico presso l'Università di Messina e in Egittologia presso l'Università di Pisa. I miei interessi spaziano dall'ambito funerario e cultuale antico egiziano all'arte contemporanea!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *