NEWS | Cinema e Archeologia in arrivo a Licodia Eubea (CT)

Il 15 ottobre 2020 avrà inizio la X edizione della Rassegna del Documentario e della Comunicazione Archeologica a Licodia Eubea (CT). Verranno presentati cortometraggi, documentari, docu-fiction e film d’animazione a tema archeologico provenienti da tutto il mondo, per un totale di ben 32 opere.

Chi ben comincia…

Nel pomeriggio di giovedì 15 ottobre la sezione “Cinema e Archeologia” presenterà due prime nazionali: In their hands – Reshaping pottery of the European Bronze Age, girato tra Spagna, Germania, Serbia e Ungheria e dedicato alla ceramica preistorica, e Dig Life prodotto tra Serbia e Australia, dedicato agli scavi nell’antica Sirmium (Serbia); sul far della sera verrà proiettato Mare Nostrum. Storie dal mare di Roma, di Guido Fuganti. La seconda sezione in programma, “Cinema e Antropologia”, avrà inizio dalle 21 con la proiezione di Lu recito di Dario Lo Vullo, dedicato ai festeggiamenti del Venerdì Santo a Santo Stefano Quisquinia (AG), e di Prima che arrivi l’estate di Francesco Di Martino, che mette in luce uno strano legame tra la Valcamonica e gli indiani d’America.

Senza dar troppe anticipazioni, venerdì 16 inizierà la sezione “Ragazzi e Archeologia” con la proiezione di un documentario e un corto per giovanissimi; sul far della sera tornerà “Cinema e Archeologia”, con opere e progetti dedicati al patrimonio archeologico della bellissima Sicilia. La stessa sezione accompagnerà il pubblico fino a tarda serata. Durante la giornata conclusiva di domenica 18 verranno proiettate le ultime opere in concorso e seguirà la cerimonia di premiazione, verranno inoltre assegnati il premio “Archeoclub d’Italia” al film più votato dal pubblico, il premio “ArcheoVisiva” al miglior film di qualità e il premio “Antonino Di Vita” a una personalità che si è distinta nella promozione del patrimonio storico-artistico e archeologico.

Il programma completo è consultabile a questo link.

Maria Rosaria Ariano

Classe '99. Laureanda del CdL triennale in Scienze Archeologiche della Sapienza, Università di Roma. Ho partecipato a diverse campagne di scavo organizzate dall'ateneo romano e non solo: Leopoli-Cencelle (VT) e pendici meridionali del Palatino (RM; Domus Augustea e fortezze Frangipane), Portopalo di Capopassero (SR; con le università di Catania e di Cadice). Adoro il greco antico, ho seguito diversi laboratori di traduzione e corsi di potenziamento. Mi diverto a schedare e digitalizzare testi epigrafici, vado volentieri in giro per biblioteche e mi diverto con CAD e GIS.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.