NEWS | Baia (NA), ultime scoperte nel sommerso Portus Julius

Grande sorpresa per gli archeologi subacquei del Parco Sommerso di Baia durante la ricognizione del Portus Julius. Infatti, dai fondali dell’area marina protetta sono riaffiorati un frammento di colonna e due fusti in marmo

portus julius
Terzo Fusto in Marmo Cipollino, Parco Sommerso di Baia

 

“Le ridotte dimensioni del frammento hanno subito spinto al recupero, avvenuto con la collaborazione del Nucleo Carabinieri subacquei di Napoli. Ma proprio durante le fasi di recupero, la ricognizione nell’area ha portato al rinvenimento di altri due grandi fusti nello stesso marmo. Ci troviamo alle spalle della grande sala absidata che chiudeva questo settore del porto, che diventerà uno dei punti principali del nuovo percorso di visita in programma per la prossima stagione“. Queste le parole pubblicate sulla pagina Facebook del Parco Archeologico dei Campi Flegrei.

Portus Julius
Frammento di colonna, Parco sommerso di Baia (NA)

La scoperta segue la recente individuazione di una particolare lucerna con simboli cristiani, anch’essa sui fondali. Il Parco Sommerso di Baia è difatti, una delle più interessanti aree archeologiche marine dei nostri litorali, tutt’oggi da indagare.

Il frammento appartiene ad un tipo di colonna scanalata in marmo cipollino, probabilmente di una decorazione parietale delle ricche domus baiane. Attualmente i materiali archeologici recuperati sono custoditi all’interno dei depositi del Parco Archeologico dei Campi Flegrei (NA).

Portus Julius
Recupero del Frammento di Colonna, Parco Sommerso di Baia
frammento
Trasporto del Frammento di colonna nel deposito del Parco Archeologico dei Campi Flegrei

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *