NEWS | Archeologia subacquea e realtà virtuale nelle acque di Ostuni (BR)

Incredibile ricerca subacquea a Baia dei Camerini (BR), il progetto internazionale “UnderwaterMuse” (Immersive Underwater Museum Experience for a wider inclusion) intende valorizzare il grande patrimonio archeologico sommerso nella Baia dei Camerini (BR), nell’insenatura di Torre Santa Sabina.

In loco si è da poco conclusa l’attività di rilievo metrico 3D curata dai docenti e ricercatori dai dipartimenti di Architettura e Design e di Ingegneria ambientale del Politecnico di Torino, sulla base delle indagini archeologiche del Dipartimento di Beni Culturali dell’Università del Salento.

Come si presentava Baia dei Camerini (BR) nel 2014

Archeologia e Tecnologia fanno fronte comune

Come riporta il bando, tale progetto intende trasformare i siti archeologici subacquei in un parco o eco-museo attraverso metodologie e tecniche innovative e sperimentali. Sarà importantissimo il feedback dei visitatori: un’opera di tal genere affascina grandi e piccini, professionisti e amatori per l’originalità del contesto; è necessario quindi costruire modelli turistici specifici per tale sito sulla base di un’offerta sostenibile, magari la realtà virtuale.

Cosa ci aspetta nel 2021

Il prossimo anno verranno riprese le operazioni di scavo in situ e contemporaneamente continueranno la documentazione e la sperimentazione di nuove tecnologie; riguardo a quest’ultime, la ricognizione di quest’anno è stata l’occasione perfetta per testare il laboratorio di dati mobile – Moving Lab – del Dipartimento di Ingegneria ambientale di Torino.

Maria Rosaria Ariano

Classe '99. Laureanda del CdL triennale in Scienze Archeologiche della Sapienza, Università di Roma. Ho partecipato a diverse campagne di scavo organizzate dall'ateneo romano e non solo: Leopoli-Cencelle (VT) e pendici meridionali del Palatino (RM; Domus Augustea e fortezze Frangipane), Portopalo di Capopassero (SR; con le università di Catania e di Cadice). Adoro il greco antico, ho seguito diversi laboratori di traduzione e corsi di potenziamento. Mi diverto a schedare e digitalizzare testi epigrafici, vado volentieri in giro per biblioteche e mi diverto con CAD e GIS.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.