NEWS | Nuovo goal per l’archeologia preventiva, scoperta necropoli romana (BN)

Scoperta una necropoli romana durante lo scavo preventivo finalizzato ad autorizzare un collegamento idrico-fognario per la ditta EAV.

Ci troviamo nella zona di Santa Clementina a Benevento, presso Via Gennaro De Rienzo, dove gli scavi iniziati pochi anni fa, avevano già portato alla luce diversi reperti. Il responsabile della Soprintendenza ai Beni Culturali dell’ex capitale sannita dott. Simone Foresta ha evidenziato l’importanza della necropoli romana, utilizzata per lungo tempo dagli antichi. Infatti, le sepolture sono di vario tipo e lo studio su di esse proseguirà per comprendere estensione e datazione precisa dell’area.

L’importanza storica della zona era già un’ipotesi consistente e il ritrovamento non deve stupire, d’altronde la Benevento sotterranea preserva un passato antichissimo. 

“Via De Rienzo, per intenderci dall’altra parte del ponte Leproso, era l’ingresso della città. Il ponte costitutiva il varco d’accesso alla città romana, costruito di proposito dopo le guerre sannitiche. Era un prolungamento dell’Appia. Non mi sorprende affatto questa nuova scoperta. I romani, infatti, non permettevano di seppellire i morti dentro le città. Un editto andato avanti fino al periodo napoleonico. Di solito le tombe ed epigrafi erano sistemati lungo le strade consolari più importanti tipo l’Appia”. Spiega l’archeologo Stefano Forgione.

Questo ritrovamento sottolinea l’importanza dell’archeologia preventiva in Italia, senza la quale numerosi siti e reperti andrebbero persi per sempre. Così come nel beneventano, il nostro paese cela ancora frammenti di storia da riscoprire nel sottosuolo. 

Questo il pensiero ben esposto dal fondatore del gruppo “Benevento Nascosta“, Maurizio Bianchi:

“Santa Clementina è una autentica miniera a cielo aperto sulla quale occorrerebbe fare degli approfondimenti, perché questi ritrovamenti ci fanno capire che i reperti sfiorano il manto stradale e sono quindi alla portata di tutti. Ancora una volta dobbiamo rilevare che a Benevento si va a spasso sulla storia”. 

Scavi Preventivi sul ponte Leproso, Santa Clementina (Benevento).

Gaia Anna Longobardi

Classe '97, Laureata in Archeologia Storia dell'Arte e Scienze del Patrimonio Culturale curriculum Archeologico all'Università Federico II di Napoli e studentessa magistrale del Cds Archeologia: Oriente e Occidente curriculum Egitto e Vicino Oriente Antico all'Università L'Orientale di Napoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *