Batteria Masotto, Passeggiata a Mare – Messina

“Se verrà un momento di dubbio e vi vedrete in pericolo, guardatemi in faccia; se vi accorgerete ch’io ho paura, scappate pure, io vi autorizzo”.

Umberto Masotto, capitano della batteria Masotto alla quale è dedicato questo monumento di Messina. 1 marzo 1896, battaglia di Adua, Etiopia (all’epoca Abissinia per gli italiani). Più di centomila Abissini affrontarono i diciottomila uomini del corpo di spedizione italiano. Il capitano Masotto rimase con i suoi artiglieri a protezione delle truppe in ritirata, sacrificando con coraggio la sua vita. Cadde su un cannone, con la pistola nella mano destra, trafitto dalle lance e dagli sciaboloni degli Abissini.

Francesco Tirrito

Direttore Editoriale della testata giornalistica ArcheoMe. Dopo aver conseguito la Laurea Triennale in “Operatore dei beni culturali con curriculum archeologico” e la Laurea Magistrale in “Archeologia del Mediterraneo e Tradizione classica” presso l'Università degli studi di Messina, si specializza in “Beni archeologici” con il massimo dei voti e con lode presso l’Università degli studi di Basilicata, sede di Matera. Esperienza giornalistica maturata presso televisioni, radio e quotidiani online.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *